Storia

E' una storia che parte da molto lontano quella della Finesso, una storia fatta di sacrifici, di persone diventate icone, di sudore e polvere di ribalta respirata da coloro che vi lavoravano, di cavalli e di carri, di nipotini del fondatore che giocavano nelle stalle, storia di crescita e di distruzione in guerra durante i bombardamenti, di speranze, di ricostruzione e di sviluppo che negli anni ha permesso a questa realtà di affermarsi come immagine storica di un azienda giunta quasi alla quarta generazione simbolo di continuità crescita e innovazione.

Negli anni 30 la famiglia Finesso era composta da 7 fratelli che si occupavamo del trasporto di vari materiali utilizzando alcuni carri trainati da cavalli, i cosidetti carioti “o carrettieri”. Angelo Finesso, il capostipite dell'attuale azienda, decise in seguito di separasi dagli altri fratelli e nel 1933 acquistò un terreno di circa 5000 mq nella circonvallazione ovest di Padova dove fece costruire un magazzino per il deposito delle merci con le annesse stalle per i cavalli e l'abitazione per la propria famiglia. Qui inizio l'attività e crebbero i suoi nipoti, gli attuali proprietari dell'azienda.

All'epoca, come è noto il servizio camionistico era fortemente arretrato e a causa delle notevoli limitazioni delle infrastrutture ed i servizi venivano svolti in città tramite carri trainati da cavalli, i famosi cavalli di Finesso, che permettevano alla ditta di trasportare materiali edili per conto di aziende padovane primarie e di distribuire i beni delle aziende di produzione sul territorio.
Inoltre la ditta divenne concessionaria delle ferrovie dello stato per la distribuzione delle merci che arrivavano a Padova con i convogli ferroviari.
Con il passare degli anni la tecnologia del trasporto migliorò significativamente e negli anni '60 fu possibile utilizzare i camion che effettuavano i tragitti in tempi piu brevi. Anche la Finesso, perciò, dovette adeguarsi a questi cambiamenti ed iniziò ad utilizzare autocarri per il servizio, ampliando la distribuzione in tutta Italia ed utilizzando il servizio ferroviario per le tratte piu lunghe.
Oltre alla distribuzione di merci, andava consolidandosi in quegli anni il servizio di deposito merci per conto dei clienti, quella che in seguito sarebbe divenuta “logistica”.
Nel tempo venne abbandonato il servizio di trasloco e l'azienda si specializzò esclusivamente nel trasporto e deposito di beni alimentari , vini, liquori ed altre merci.

Negli anni '70 la Finesso ha potenziato significativamente la propria struttura nel Triveneto per poi nel corso degli anni' 80 aprire le filiali di Vicenza, Treviso e Pordenone . Per essere ancora piu efficaci sul territorio nazionale negli anni '90 ha costituito le filiali di Roma, Firenze, Verona e Milano, nel 2000 quella di Bologna. Nel 2013 l'attività si è ulteriormente evoluta con l'acquisizione di una partecipata a Bergamo e nel 2014, per ampliare la presenza nell'area friulana, è stata aperta la nuova filiale di Udine.